Iniziativa per i diritti delle donne basata sulla fede in Pakistan

Rafforzare la capacità di difesa dei diritti umani delle donne minoritarie in Pakistan. 2018-presente

Un progetto di -
Pakistan

Promuovere la democrazia, il buon governo, la libertà religiosa e i diritti umani per le donne minoritarie

Le leggi discriminatorie in Pakistan hanno portato a una diffusa intolleranza contro le minoranze religiose che le relegano a vivere come cittadini di seconda classe i cui diritti sono ignorati sia dalla comunità maggioritaria che dal governo federale.

Le fonti stimano che circa 1,000 donne e ragazze appartenenti a minoranze religiose, in particolare nella provincia di Sindh, vengono rapite, convertite con la forza all'Islam e poi sposate con i loro rapitori ogni anno. Mentre la maggior parte delle conversioni forzate sono perpetrate da un piccolo gruppo di attori della maggioranza religiosa, la violenza generale contro le minoranze religiose è da tempo in aumento. Tuttavia, molti sostengono che le leggi vengono utilizzate per perseguitare le minoranze religiose e risolvere i reclami personali. La discriminazione e la violenza contro le minoranze religiose colpiscono in modo sproporzionato le donne minoritarie che incarnano un'esistenza intersezionale.

Detto questo, tutte le donne in Pakistan sono a rischio. Il paese è classificato come il terzo posto più pericoloso al mondo per essere una donna e l'indice delle Nazioni Unite sulla disuguaglianza di genere si classifica al Pakistan 147th in un elenco di 188 paesi. Secondo la Commissione per i diritti umani del Pakistan, oltre 1,000 ragazze e donne sono vittime di "delitti d'onore" ogni anno e un incredibile 90% della popolazione femminile subisce violenze domestiche.

I recenti progressi nei diritti umani, in particolare per le donne e le minoranze religiose a livello nazionale e provinciale, sono promettenti.

  • Il governo ha istituito una "Commissione nazionale sullo status delle donne".
  • A novembre 2019, il Pakistan ha aperto il Corridoio di Kartarpur per i pellegrini Sikh dell'India, un atto che è stato considerato un grande gesto di armonia interreligiosa tra una nazione musulmana, una comunità sikh e visitatori di altre fedi di tutto il mondo.
  • Il Ministero dei diritti umani ha redatto il Christian Matrimonio e divorzio, che è stata una richiesta seria della minoranza cristiana, che comprende quasi 4 milioni di persone.
  • La Commissione nazionale per le minoranze del 2015 è stata ritardata. Tuttavia, attivisti per i diritti umani stanno portando avanti la questione con il governo.

In questo contesto, EAI sta cercando di cambiare la storia delle donne minoritarie attraverso l'Iniziativa sui diritti delle donne basata sulla fede con il sostegno del Dipartimento di Stato americano.

Utilizzando il nostro pluripremiato approccio multicomponente, stiamo formando e responsabilizzando le donne leader di Khyber Pakhtunkhwa (KP), Islamabad, Punjab meridionale e Sindh per comprendere e promuovere i diritti delle donne alla libertà religiosa e all'uguaglianza.

Il nostro approccio guida il cambiamento sistemico combinando la potenza e l'ampia portata dei media con attività di coinvolgimento diretto della comunità per produrre un circuito di feedback. Il loop incorpora le voci di coloro che stiamo cercando di supportare, assicurando che il nostro design sia locale e culturalmente rilevante. Integrando le voci locali, il nostro programma è dinamico, agile e adattivo, in modo da poter generare soluzioni innovative quando si presentano nuove sfide, garantendo così la sostenibilità.

La nostra programmazione radiofonica ispira le comunità a difendere i diritti delle donne e l'armonia interreligiosa.

La discussione sulla violenza di genere è molto rilevante e il programma sta sensibilizzando sulla questione nelle zone rurali. - Soleggiato dal Chiniot Punjab

La maggior parte dei partecipanti rappresenta minoranze chiave, inclusi indù, cristiani, sikh e sciiti. Stanno organizzando e guidando gruppi di ascolto, discussione e azione (LDAG) nelle loro regioni locali, che promuovono e amplificano le attività per promuovere la tolleranza dei diritti delle minoranze e l'uguaglianza delle donne.

Pubblico ad un evento teatrale di comunità, 2019

Il progetto sta amplificando i messaggi alternativi attraverso campagne mediatiche creative e coinvolgenti nella regione del KP, nel Punjab meridionale, Islamabad e nelle province del Sindh attraverso il teatro comunitario, i documentari televisivi, la radio e i social media, con l'obiettivo di aumentare la capacità di donne e ragazze di difendere i loro diritti e amplificare i messaggi di tolleranza e uguaglianza per diminuire la discriminazione e la violenza contro le donne delle minoranze.

 

 

Anche se il mondo sta diventando sempre più diversificato, l'intolleranza esiste ancora. È importante che i genitori insegnino ai loro figli la diversità e la tolleranza e il programma radiofonico “Menzalien Hae Rastaa Maee” sostiene i caregiver. - Shi, ascoltatore regolare

Sebbene il progetto non sia terminato, stiamo già vedendo prove che lascerà un'eredità duratura in Pakistan e oltre. Tra le altre attività, produrremo un kit di strumenti di advocacy che catturi le lezioni apprese, le attività chiave e una struttura di messaggistica del progetto per moltiplicare l'impatto della progettazione del programma e consentire a leader e attivisti di difendere il diritto delle donne alla libertà religiosa e all'uguaglianza.

Impatto del progetto a partire da gennaio 2020
  • 40 difensori dei diritti delle donne hanno partecipato a sessioni di formazione di tre giorni su Leadership, Empowerment, Advocacy & Development (LEAD) à competenze avanzate di advocacy da utilizzare in programmi televisivi e radiofonici
  • 1,020 donne e uomini (alcuni appartenenti a religioni minoritarie) hanno partecipato a 100 gruppi di ascolto, discussione e azione (LDAG) à maggiori sforzi di mobilitazione della comunità; i partecipanti stanno diffondendo i loro messaggi oltre i LDAG originali nella comunità
  • In seguito alle riunioni del gruppo di consulenza sui contenuti di numerosi specialisti, 68 spettacoli radiofonici in diretta e registrati e soap opera a Pashtu e Urdu su diritti umani, diritti delle donne e diritti delle minoranze sono stati trasmessi da diverse stazioni in tutto il paese, raggiungendo circa 3 milioni di persone. 870 minuti di programmazione che trasmettiamo, comprese le voci di 79 individui di specialisti del settore, attivisti della società civile, artisti e leader giovanili.
  • 1,800 persone hanno partecipato a tre spettacoli teatrali a Swat, Peshawar e Karak in collaborazione con istituzioni educative per coinvolgere studenti e insegnanti in merito ai diritti delle donne. 1,190 persone hanno partecipato alle discussioni post-teatro. Il pubblico teatrale ha messo in relazione la produzione con le loro esperienze di vita reale e desidera ripetere le rappresentazioni nei propri reparti e club teatrali. Un articolo è stato pubblicato in mashriq, il principale quotidiano urdu che ha sollevato le questioni discusse nella produzione teatrale.
  • Le attività del programma hanno coinvolto 63,814 persone (principalmente giovani) attraverso media e tecnologia, tra cui 20,000 via radio, 945 tramite SMS / chiamate, 49,667 impegni su Facebook e 1,187 impegni su Soundcloud.
  • 40 leader religiosi e attivisti per i diritti delle donne sono stati impegnati in due tavole rotonde a Peshawar per promuovere l'esposizione dell'armonia interreligiosa, della libertà religiosa e dei diritti delle donne.